Postato:

11 maggio 2017

Credito: parlano le trimestrali/ BPER

bper

Sempre controversa la lettura della situazione del credito bancario alle imprese, ora che i segnali di ripresa economica si moltiplicano in vari settori e in varie zone geografiche. Per capire meglio cosa stia capitando alla voglia di fare credito delle nostre banche consiglio sempre la lettura dei bilanci che svela al lettore attento tanti piccoli dettagli. Partiamo dalle presentazioni da parte delle banche quotate dei loro risultati trimestrali alla scoperta dei segnali che compongono il quadro complessivo. In ordine sparso verranno mostrati e commentati i numeri offerti in pasto agli investitori. Iniziamo dalla popolare emiliana BPER con la presentazione del CEO Vandelli.

Credito alle imprese ancora in calo

La tavola sui crediti totali per segmento di clientela indica che il calo non è ancora finito in casa BPER. Ancora un segno meno nel 1° trimestre 2017 per le imprese che rappresentano il 61% del totale prestiti: -2,3% discesa a 28 miliardi.

BPER CORPORATE LOANS Q1 17

All’interno del segmento imprese prevalenza delle imprese medio-piccole (51,6%) del totale, rispetto a quelle grandi 6,4%, ma la stessa torta 1 anno fa indicava la quota di Large Corporate nel 2%, e nel 1° trim.2015 al 2,6%. Quindi triplicata la quota offerta ai grandi debitori.

BPER CUSTOMER LOANS Q1 17

Spread in costante calo

Mentre i volumi calano per le imprese e aumentano per le famiglie (+1,8%) e per le società finanziarie (+12,7%), i tassi spuntati dalla banca continuano a scendere da 5 trimestri come mostra la tavola successiva. Lo spread complessivo scende da 1,90% a 1,81%, il markup sui prestiti (imprese e famiglie) da 2,65% a 2,51% comprimendo ulteriormente gli interessi attivi sui prestiti di ben 33 milioni di euro. Come detto una linea di business che produce sempre meno.

BPER SPREADS Q1 17

I dati del 1° trimestre per BPER mostrano scarsi cambiamenti rispetto al 2016 e gli anni precedenti: costante contrazione del credito alle imprese, propensione maggiore verso imprese grandi e diminuzione dei margini, più volte indicato come il derivato dalla concorrenza con le altre banche su una quota complessivamente limitata di imprese liberamente affidabili.

more

Ti potrebbe interessare anche :


TAGS: , ,
Pubblicato in: credito

Leave a Reply

Twitter Users
Enter your personal information in the form or sign in with your Twitter account by clicking the button below.