Postato:

8 aprile 2017

il professore che mette in riga le banche

Zingales PD

Da tempo Luigi Zingales, professore italiano all’Università di Chicago, parla e scrive sulle banche italiane per denunciare tutti gli errori fatti e da non rifare. Lo fa senza perifrasi e andando spesso controcorrente rispetto alle versioni edulcorate che appaiono nelle dichiarazioni del governo della Banca d’Italia e dei principali quotidiani. Lui stesso dice di scrivere sempre le stesse cose, che evidentemente non sono ancora state comprese.

In questo video, da ascoltare fino in fondo, è contenuta una spiegazione comprensibile a chiunque sull’entità dei guai delle banche italiane -il famoso sistema solido- spiegando come la crisi abbia determinato molti dei problemi delle banche, ma purtroppo non tutti. Nel suo intervento svolto a Padova, proprio nel cuore della regione dove si sta svolgendo il dramma della Popolare Vicenza e di Veneto Banca. Tocca tutti i temi caldi: il volume delle sofferenze, il loro valore effettivo rispetto a quanto accantonato ma soprattutto quanto ancora deve arrivare (altri 70 miliardi) dalle inadempienze probabili (UTP), gli aiuti forniti alle banche dalla BCE (25 miliardi) con la politica monetaria accomodante degli ultimi anni e le iniezioni di aste LTRO, per arrivare alle perdite sui prestiti erogati malamente soprattutto al settore immobiliare. Non ‘sfortuna come si vuole fare credere, ma incapacità e anche dolo’ afferma Zingales che mostra il ‘grande disastro’ nei prestiti a imprese medie e grandi chiedendosi ‘cos’è successo?’ e proponendo la famosa commissione d’inchiesta nominata dal parlamento per evitare il ripetersi di questi eventi e recuperare la fiducia dei risparmiatori. Commissione contro cui ci sono state forti resistenze politiche come sempre. Per concludere con il suo j’accuse contro i vertici della Popolare di Vicenza basato sull’analisi dei primi 30 debitori insolventi, cercando di dimostrare l’errore reiterato nella concessione del credito a questi grandi debitori. Senza risparmiare la verità ai suoi ascoltatori padovani.

Le tre soluzioni possibili citate nella parte finale dal prof.Zingales (l’approccio del pompiere, la bad bank europea proposta da EBA e la versione del TARP italiano che Zingales preferisce) possono non trovare tutti d’accordo ma sono comunque un tentativo realistico per tirare fuori dal buco il nostro sistema bancario. Tentativo più lucido e coraggioso di quanto fatto sinora.

 

more

Ti potrebbe interessare anche :


TAGS: , , , ,
Pubblicato in: banche

Leave a Reply

Twitter Users
Enter your personal information in the form or sign in with your Twitter account by clicking the button below.