Postato:

30 giugno 2013

iPhone: un successo che ha solo sei anni

La storia dell’iPhone resterà molto a lungo tra i miti della storia economica del nostro pianeta. Il prodotto che sei anni fa veniva lanciato sul mercato da Apple è diventato rapidamente il prodotto che genera il più alto profitto a livello mondiale (vedi box tratto da Market Watch). Presentato al Mac World da Steve Jobs nel gennaio 2007, usciva sul mercato all’inizio dell’estate, il 29 giugno in USA. Rivedere il video sei anni dopo racconta molte cose sulla capacità di visione e di comprensione del consumatore da parte di Steve Jobs e del suo team.

Sei anni fa una società famosa soprattutto per i suoi computer e per i riproduttori di musica digitale (iPod) si è buttata su uno dei mercati più difficili del mondo, quello degli apparecchi telefonici sfidando colossi come Nokia, Blackberry, Sony, Samsung, LG con un’idea completamente innovativa del concetto di telefono. Un’idea che per qualche tempo è stata ritenuta poco minacciosa perché destinata a una nicchia di consumatori, che avrebbero solo ‘giocato’ con il telefono. In sei anni lo smartphone di Apple ha fatto molta strada lanciando ben 5 versioni successive e occupando una fetta importante del mercato degli apparecchi telefonici, il 21%.  Sul fatturato globale di Apple pari a 156,5 miliardi di dollari, più della metà ora arrivano dalle vendite di iPhone forse il prodotto più globale che si conosca. Dovunque si vada nel mondo si vedono persone di ogni tipologia e età con in mano uno dei modelli di iPhone, ha sfondato anche la resistenza di moltissimi utenti business e sono sempre più numerose le corporation che sono passate all’iPhone nella scelta dell’apparecchio da dare ai propri collaboratori per lavorare meglio. Le società di traffico telefonico fanno a gara per offrire a Apple contributi economici per potere mettere in vendita apparecchi della mela. Di recente è stato raggiunto il numero di 50 miliardi di applicazioni scaricate da usare sugli smartphone di Apple.

Oggi l’iPhone fattura da solo 80 miliardi di dollari con un margine operativo del 40%. Se guardate l’infografica in fondo al post iPhone fattura da solo più di tutta la Microsoft, o Coca Cola o Walt Disney.

Tecnologicamente l’iPhone non è mai stato il migliore prodotto, e ancora oggi è costantemente minacciato da rivali che propongono soluzioni tecniche più avanzate. Tuttavia il suo successo nasce da una straordinaria combinazione tra la visione di ciò che i consumatori avrebbero desiderato acquistare e tenere in mano, la percezione di fabbisogni di comunicazione integrata di dati, fotografie, video, musica e un’ossessione per la qualità del prodotto, che si trasferisce anche nel servizio post-vendita. Personalmente ho avuto a che fare con due piccoli guasti negli apparecchi telefonici e in entrambe le occasioni con una semplice visita a un Apple Center sono uscito dopo quindici minuti con un apparecchio nuovo in sostituzione e un’esperienza di massima cortesia con il personale. Non conosco un servizio post-vendita migliore di quello che Apple ha creato in ogni suo punto nel mondo. Ora sono i concorrenti che devono rincorrere Apple e la gara per l’innovazione sta solo beneficiando i consumatori con una serie di nuovi prodotti sempre migliori.

C’è molto da imparare dalla storia dell’iPhone: il coraggio di osare anche quando l’impresa sembra irragionevole se si ha un’idea forte e centrale del cliente e dei suoi bisogni. Un mix straordinario di competenza tecnologica, di cura nei materiali e di marketing a 360° gradi. Una lezione per qualsiasi imprenditore che si voglia confrontare con i mercati nazionali e internazionali

 

more

Ti potrebbe interessare anche :


Leave a Reply

Twitter Users
Enter your personal information in the form or sign in with your Twitter account by clicking the button below.