Postato:

23 luglio 2012

Internazionalizzazione #4: Russia e CDP

Notizia fresca da ribattere anche su questo blog, riprendendo il comunicato stampa emesso dai protagonisti dell’operazione:

CASSA DEPOSITI E PRESTITI, INTESA SANPAOLO, SACE, SOCIÉTÉ GENERALE E KfW IPEX-Bank SIGLANO FINANZIAMENTI PER CIRCA 500 MILIONI DI EURO CON LA VTB BANK RUSSIA, IN FAVORE DEL GRUPPO DE ECCHER

Mosca, 23 luglio 2012 – Sono stati perfezionati oggi a Mosca gli accordi tra Cassa Depositi e Prestiti (CDP), Intesa Sanpaolo, SACE, Société Generale, KFW IPEX-Bank e VTB Bank Russia per un pacchetto di finanziamenti all’export in favore del Gruppo De Eccher. L’intervento è pari a circa 500 milioni di euro.

Alla cerimonia di firma – tenutasi presso la Casa Bianca, sede del Governo Russo, e alla presenza del Primo Ministro russo Dmitry Medvedev e del Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Mario Monti – hanno preso parte Enrico Cucchiani e Gaetano Micciché, rispettivamente Consigliere Delegato e Direttore Generale di Intesa Sanpaolo, Alessandro Castellano, Amministratore Delegato di SACE, Vasily N. Titov, Vice-Presidente Vicario e Presidente del Consiglio di Amministrazione di VTB Bank Russia e Claudio De Eccher, in rappresentanza del Gruppo De Eccher.

Il gruppo Italiano si è aggiudicato nei mesi scorsi il contratto – siglato con la CJSC Management Company Dynamo Mosca – per la costruzione del “VTB Arena Park”: un complesso di alberghi, appartamenti, uffici e relative infrastrutture inseriti nel progetto di riqualificazione dell’area attorno allo stadio della Dynamo Mosca, in vista dei Campionati Mondiali di calcio che si terranno in Russia nel 2018.
I 3 accordi di finanziamento, che hanno visto Intesa Sanpaolo operare come unica Banca Agente, sono stati così strutturati:

276 milioni di euro erogati da Cassa Depositi e Prestiti con garanzia SACE sul 100% dell’importo;

208 milioni di euro erogati da Intesa Sanpaolo, Société Generale e KfW IPEX-Bank  con assicurazione SACE sul 95% dell’importo. Intesa Sanpaolo, Société Generale e KfW IPEX-Bank hanno agito in qualità di Mandated Lead Arranger;

22 milioni di euro erogati da Intesa Sanpaolo e Société Generale. Intesa Sanpaolo e Société Generale hanno agito in qualità di Mandated Lead Arranger.

Gli accordi perfezionati oggi, oltre a dimostrare come l’unione delle competenze e delle volontà di tutte le parti coinvolte confermino la grande capacità delle imprese italiane a operare all’estero anche in periodi complessi come l’attuale, rivestono una grande importanza strategica per le relazioni tra l’Italia e la Russia.

Si tratta inoltre del primo co-finanziamento con banche commerciali a cui partecipa CDP nell’ambito di Export Banca, il sistema di sostegno all’export italiano messo a punto con SACE, società che nell’operazione ha garantito complessivamente 474 milioni di euro di finanziamenti.

Enrico Cucchiani, Consigliere Delegato di Intesa Sanpaolo ha dichiarato: “Sosteniamo con forte convinzione, a fianco di Cassa Depositi e Prestiti e SACE, l’iniziativa di un gruppo italiano impegnato in un ambizioso progetto di granderichiamo internazionale. Gli accordi di finanziamento oggi perfezionati – sottoscritti anche grazie al prezioso contributo della nostra controllata in Russia , Zao Banca Intesa – rappresentano un modello esemplare di collaborazione tra il sistema economico finanziario italiano e quello russo, per stimolare la crescita e favorire l’espansione di imprese italiane fuori dai confini nazionali.
Intesa Sanpaolo, oltre che punto di riferimento per il sistema produttivo italiano, è un player globale al servizio dello sviluppo internazionale delle nostre imprese e della nostra economia”.

“Gli accordi firmati oggi rappresentano una risposta concreta del Sistema Italia alle tensioni sulla liquidità – ha dichiarato Alessandro Castellano, Amministratore Delegato di SACE – e sono una prova del valore che SACE e CDP, attraverso Export Banca, possono generare per i nostri esportatori e per la loro competitività sui mercati esteri. Confermano inoltre il nostro impegno in Russia, primo paese estero nel portafoglio di SACE (con € 5,2 miliardi di operazioni assicurate) e mercato strategico per le imprese italiane coinvolte in grandi progetti infrastrutturali come VTB Arena Park, ma anche per le numerose Pmi che qui operano da tempo e a cui abbiamo riservato una linea di prodotti e servizi dedicati.”

Vasily Titov

Vasily N. Titov, Vice-Presidente Vicario e Presidente del Consiglio di Amministrazione di VTB Bank, ha dichiarato: “Questi accordi sono di primaria e strategica importanza sia per la Russia che per l’Italia. VTB Arena Park è un progetto complesso e ultramoderno, il cui successo nella realizzazione è destinato a rafforzare l’immagine della Russia quale leader globale nel mondo dello sport. Sono certo che entro il 2018 la VTB Arena diventerà uno dei migliori stadi che abbiano mai ospitato la Coppa del Mondo”.
“Siamo molto soddisfatti di questo importante contratto che premia 25 anni di serio lavoro in Russia ma anche la capacità italiana di fare sistema”. Ha dichiarato Claudio De Eccher. “Un particolare ringraziamento a Intesa Sanpaolo, nostra banca di riferimento che ci ha efficacemente assistito anche in questa operazione, a SACE che, come in tante altre occasioni, ci ha supportato al meglio e a CDP che per la prima volta co-finanzia un lavoro italiano all’estero”.

Da notare questo primo successo dell’asse Cdp e SACE (venduta alla Cdp) per fare decollare l’attività di Export Banca nata nel 2010 per iniziativa del ministro Tremonti e potenziata/prorogata pochi mesi fa:

(11 aprile 2012) ABI, Cassa depositi e prestiti (CDP), SACE e SIMEST hanno firmato oggi, presso la sede di CDP di Roma, un accordo finalizzato a potenziare il supporto finanziario alle imprese esportatrici italiane, con l’obiettivo di rafforzarne la competitività internazionale. Firmatari il Direttore Generale di ABI, Giovanni Sabatini, e gli Amministratori Delegati di CDP, SACE e SIMEST, rispettivamente: Giovanni Gorno Tempini, Alessandro Castellano e Massimo D’Aiuto.

L’accordo stabilisce anzitutto la proroga di un anno (fino al 6 aprile 2013) della Convenzione “Export banca”, che già prevede il supporto finanziario di CDP (2 miliardi di euro iniziali) e la garanzia di SACE, in complementarietà col sistema bancario, nelle operazioni di finanziamento per l’internazionalizzazione e le esportazioni delle imprese italiane.

more

Ti potrebbe interessare anche :


Leave a Reply

Twitter Users
Enter your personal information in the form or sign in with your Twitter account by clicking the button below.