Postato:

2 settembre 2011

Kerself cambia CFO

Per gli affezionati alle vicende della KERSELF, l’azienda di Correggio che sta lottando da oltre un anno con una crisi indotta dagli errori manageriali dell’ex-proprietario, segnalo il cambio del direttore Amministrazione, Finanza e Controllo.  Maurizia Squinzi, entrata in piena crisi quasi certamente su richiesta degli advisor finanziari per tentare di riprendere il controllo sui conti bislacchi della società impugnati dalla stessa CONSOB, e data in uscita da alcune fonti, ha lasciato l’incarico a Paolo Fietta. Fietta ha precedenti esperienze nell’area Amministrazione, Finanza e Controllo di importanti gruppi industriali quali Unisys Italia, RCS, Tecnosistemi, Parmalat, Yoox e assumerà la nuova la carica a partire dal 5 settembre 2011.

Per i curiosi delle vicende legate alle ristrutturazioni del debito la dr.ssa Squinzi ha trovato subito un’altra sedia che quanto a spine è peggio di un cactus: l’ospedale San Raffaele che presenta una voragine di debiti e di buchi contabili al cui cospetto Kerself può sembrare una passeggiata. Dal punto di vista della massa debitoria e dei rapporti con le banche questo è un grande avanzamento per Maurizia Squinzi che raggiunge il team del padre di tutti i risanatori Bondi.  Per Kerself forse un piccolo segnale che Avelar sta prendendo pian piano le distanze dalla squadra di pronto soccorso che ha lavorato nei mesi caldi.

Qutazioni Kerself - fonte: Borsa Italiana

Ricordo che il salvataggio di Kerself non è ancora completato, anche se ha fatto molti progressi. L’accordo di moratoria e tregua (standstill) con le banche firmato in agosto scade il 30 settembre, data entro cui il piano di risanamento deve essere attestato e presentato alle banche. Nel frattempo il carico di debiti di cui si dovrà occupare da lunedì Fietti è cresciuto ulteriormente: 228 milioni di indebitamento finanziario netto al 30.6 (rispetto ai 210 di fine 2011) e 262 milioni di debiti verso fornitori di cui 119 scaduti da più di 60 giorni (fonte Relazione della società di revisione Ernst & Young). Trattenere il fiato e sperare che tutto proceda come previsto dai nuovi azionisti di maggioranza relativa entro fine mese, mentre i piccoli azionisti guardano con preoccupazione all’ulteriore calo delle quotazioni (vedi chart) che non sembra riflettere la luce alla fine del tunnel.

Questi sono, ritengo, i motivi per cui la richiesta di esenzione dall’OPA obbligatoria presentata nel marzo(!) a Consob giace sul tavolo di Giuseppe Vegas senza risposta.

 

more

Ti potrebbe interessare anche :


to “Kerself cambia CFO”
  1. salve sono un piccolo azionista kerself nella crisi piu totale forse anche piu della stessa ma il problema che piu mi pongo e se si salvera’ visto che gli ultimi spiccioli sono ancora investiti
    grazie

  2. Sulla scorta delle informazioni che sono state rese pubbliche, non ultima l’ingresso di un bravo professionista nel ruolo di CFO, ritengo personalmente che il punto di non ritorno verso il risanamento della società sia stato superato e i rischi di insolvenza molto ridotti.
    L’aspettativa che le quotazioni del titolo possano riprendersi dopo la conferma dell’accordo con le banche sono quindi legittime.
    Da qui a dire quanto e quando i corsi si riporteranno ai livelli pre-crisi è molto più difficile fare previsioni, anche perché l’azionista di maggioranza relativa ha poco interesse a mantenere il titolo quotato e l’interesse verso i piccoli azionisti è di gran lunga inferiore rispetto alla necessità di portare a conclusione il piano di risanamento rimborsando i debiti a fornitori, erario e banche. L’esenzione dall’OPA obbligatoria verrà concessa e quindi lascerà i piccoli azionisti con la prospettiva di stare seduti ad aspettare l’esito del risanamento.

    • Grazie E’ stato oltre che gentile anche esauriente,e la verita mi ha dato un po di luce almeno per ricucire in po della mia lunga e profonda ferita

  3. ESATTO MA QUESTO SIGNIFICA CHE HANNO ACCETTATO E CHE QUINDI A BREVE PER LO MENO VEDREMO IL TITOLO SALIRE UN PO ‘ ?
    MA PER QUANDO RIGUARDA L’OPA?
    E ANCORA ATTESA LA RISPOSTA NONOSTANTE L’ACCORDO CON BANCHE?
    GRAZIE

    • No, significa che Kerself ha soddisfatto tutte le condizioni richieste dalle banche per l’anticamera del Piano di Risanamento, che prevede (…e non è poco) che le banche mantengano i fidi accordati (potevano revocarli causa rischio) e che Kerself non debba pagare rate capitale sui mutui. Ora il piano deve essere attestato da un professionista e consegnato alle banche che a quel punto firmeranno i nuovi finanziamenti. Credo il tutto entro fine mese.
      La decisione sull’OPA arriva da CONSOB. Sicuramente verrà annunciata dalla società appena dovesse arrivare.
      Per la risalita del titolo…un po’ di attesa, sempre che le capriole del nostro brillante governo non causino alla Borsa guai peggiori.

  4. scusami l’unico a darmi notizie serie e importanti per me su kerself sei stato tu. volevo sapere se sei rimasto ancora ottimista verso la situzaione del titolo o se c’e’ stato qualche strano movimento in questi ultimi giorni
    grazie

    • Caro Filippo, non mi responsabilizzare troppo! Questo blog non vuole e non può dare consigli per gli investimenti.
      Le ultime notizie apparse dicono che l’attività industriale procede con nuovi contratti per 20MW di impianti fotovoltaici (notizia buona) e che è stato ancora una volta prorogato l’accordo tra il vecchio azionista (Masselli) e Avelar che con tutta probabilità garantisce un lasciapassare senza richiesta di danni solo nel caso l’accordo con le banche vada in porto (cattiva notizia ma in linea con quanto già si sapeva sull’accordo con le banche).
      Mi sembra che il quadro non sia cambiato: se le banche firmano Kerself evita il fallimento, Avelar ha ottenuto ciò che voleva e la società riparte. Immagino che ora stiano lavorando affannosamente gli avvocati delle banche e della società. Tutto può succedere in questi casi, ma buttare via mesi di lavoro da entrambi i lati è sempre meno ragionevole, non credi?

  5. SALVE E CHIEDO SCUSA PER LA TROPPA INVEDENZA MA CONFIDO NELLA VOSTRA GENTILEZZA E CORTESIA , IN ALTRI FORUM KERSELF SI PARLA ANCORA DI FALLIMENTO VISTO CHE SIAMO ORMAI NELLA SETTIMANA DECISIVA CON LA FIRMA DELLE BANCHE IO NON CI CREDO AL FALLIMENTO O MEGLIO CI SPERO PERCHE LA SITUZAZIONE E PESSIMA (LA MIA OVVIAMENTE) LEI IN QUESTI GIORNI HA AVUTO NOTIZIE DIFFERENTI RIGUARDANTE IL FALLIMENTO DELLA STESSA?
    GRAZIE

    • Caro Filippo, penso che sia giusto che si parli ancora di fallimento…per quanto ne sappiamo noi gli accordi tra la società e i creditori (banche, MAIS, fornitori) possono saltare anche all’ultimo istante su qualche clausola sospensiva. Come avevo detto la scorsa volta tutto può succedere. Non ho alcuna notizia riservata in questo senso.
      La mia opinione rimane che il grande lavoro fatto per salvare il salvabile in questi mesi difficilmente andrà sprecato dalle banche e dalla società e si troverà un accordo. Il fallimento è stato più vicino in passato anche in funzione di illeciti commessi. Su tutto spero possa prevalere il buon senso di tutti per mantenere la continuità aziendale e salvare molti posti di lavoro.

  6. Carissimo come temevo e passato il 30 settembre per la firma delle banche ma ad oggi inon si sa niente nemmeno qualche spiraglio di possibile slittamento della firma visto che questo titolo ci ha abituati allo slittare
    GRAZIE

  7. MILANO (MF-DJ)–Kerself ha firmato un accordo con Jangsu Zongyi Group,
    societa’ a capo del del gruppo Zongyi, per la sottoscrizione di un aumento
    di capitale da 20 mln euro allo stesso prezzo per azione offerto anche ad
    Avelar Energy pari a 1,85 euro.

    L’aumento di capitale, informa una nota, si inserisce nel fabbisogno di
    nuova cassa stimato dal piano industriale in complessivi 50 milioni e che
    per la restante parte e’ gia’ coperto dall’impegno assunto da Avelar
    Energy nell’ ambito dell’assemblea straordinaria dello scorso luglio, dove
    quest’ultima aveva gia’ convertito crediti preesistenti in finanziamento a
    fondo perduto per circa 900.000,00 euro. Il contratto verra’ eseguito solo
    successivamente al raggiungimento dell’accordo con il ceto bancario sulla
    manovra finanziaria, una volta eseguiti l’aumento di capitale in natura
    riservato ai soci di minoranza e l’aumento di capitale in denaro riservato
    ad Avelar Energy Ltd e confermata l’applicabilita’ dell’esenzione da
    offerta pubblica di acquisto. La manovra finanziaria attualmente in
    discussione prevede la messa a disposizione di circa Euro 65 milioni di
    crediti di firma e circa 20 milioni di nuova finanza nonche’ il
    consolidamento dell’esposizione in essere al 31 dicembre 2010, fino al
    2014.

    Inoltre il lavoro dell’Asseveratore e’ a uno stadio molto avanzato,
    pertanto il management di Kerself ritiene che anche il ceto bancario
    perverra’ a breve a un accordo con la societa’ circa la manovra
    finanziaria, attesa per il mese di novembre, consentendo cosi’
    l’esecuzione e il completamento delle operazioni di aumento di capitale.
    com/lab
    laura.bonadiesi@mfdowjones.it

  8. CIAO. LA NOTIZIA E PIU CHE POSITIVA MA RIMANE ANCORA LA FIRMA DELLE BANCHE ALTRIMENTE CADE TUTTO MI DAI CONFERMA? ANCHE SE STAVOLTA HO LA SENSAZIONE CHE L’HANNO SALVATA.
    GRAZIE

  9. CIAO,DOPO L’ENTRATA DEL GRUPPO CINESE AL FIANCO DI AVELAR SEMBRAVA VICINA LA FIRMA DELLE BANCHE INIVECE E ARRIVATO L’ENNESIMO RINVIO,ALLORA MI CHIEDO COME MAI? E VERO FORSE TROPPO PREOCCUPATO MA IL RISCHIO CHE NON FIRMA E ALTO?
    GRAZIE

  10. SALVE L’ULTIMO COMUNICATO STAMPA DA KERSELF RICHIESTO DA CONSOB E POSITIVO?

  11. non c’e risposta?

  12. Per ora non mi sembra di ravvisare alcuna novità nel comunicato della società, che se ho visto bene si limita a dare un aggiornamento sull’indebitamento. Indubbiamente l’allungamento dei tempi e le continue proroghe degli accordi tra soci non sono un buon segnale, indicano che l’accordo di ristrutturazione richiede più tempo del previsto e che qualcosa va sistemato. Va detto che quando le società operano sul ciglio dell’insolvenza succede di tutto, basta un fornitore o un altro creditore che intraprende iniziative legali per dovere fermare tutto e sistemare il creditore. Credo che questa sia la ragione dei ritardi.

  13. Un commento sulla situazione della società da Gestione e Bilanci in Controluce. Mi sembra, dubbi a parte, confermi la mia ipotesi di una serie di azioni giudiziarie da sistemare prima di firmare il piano.
    http://www.societaquotate.it/index.php?option=com_content&view=article&id=3374:kerself&catid=4835:kerself&Itemid=18

  14. CARISSIMO , ma centra qualcosa la dimissione diel presidente del consiglio con i progetti cherself credito ristrutturazione etc?
    grazie

  15. c’e risposta?

  16. carissimo Filippo,
    governo nuovo, Kerself vecchia. Uscita la relazione trimestrale con risultati industriali in miglioramento (buon segnale, ma forse atteso), ma ancora nessuna certezza sulla parte finanziaria.

    MF DOW JONES: 15/11
    A breve, spiega la nota, dovrebbe essere finalizzata la manovra finanziaria con il ceto bancario, che presuppone l’esito positivo dell’asseverazione del piano industriale 2011-2015 del gruppo Kerself, attualmente in fase di predisposizione nella parte di manovra finanziaria, e i conseguenti aumenti di capitale. Per questo motivo l’attivita’ del gruppo, nella prima parte del quarto trimestre risente ancora degli effetti negativi della situazione di crisi finanziaria sia sullo sviluppo dei ricavi sia sull’entita’ e sull’assorbimento dei costi. Kerself prevede quindi ancora un anno in perdita.

  17. gentilissimo
    mi sembra che il governo monti sia favorevoli a crediti bancari verso piccole imprese confermi questa affermazione?

  18. .Consob, ben 4 società reggiane nella black list
    venerdì 25 novembre 2011
    Arkimedica e Kerself si aggiungono ad Antichi Pellettieri e Bioera che erano già nella lista nera dove ci sono altre 23 società
    REGGIO – La Consob ha aggiunto alla sua black list anche Kerself e Arkimedica. Le due società si aggiungono a Bioera (ex controllata del gruppo Burani) e Antichi Pellettieri (tuttora controllata da Mbfg che pure lei, prima che le azioni venissero sospese in Borsa e la società finisse in mano ai commissari straordinari, era stata inserita nella lista nera) e portano a quattro il numero delle società reggiane quotate in Borsa che sono finite in questa lista. L’ingresso è dovuto a un giudizio negativo dei revisori o a perdite che determinano la riduzione del capitale sociale di oltre un terzo, registrate assieme a un richiamo alla continuità aziendale o all’impossibilità a esprimersi sul bilancio.
    La Consob, a causa della crisi, ha allargato la black list a 27 società (più l’americana Cell Therapeutics), ossia l’elenco delle società che saranno obbligate a fornire informazioni supplementari mensili. I nuovi ingressi, stando al bollettino settimanale dell’Authority guidata da Giuseppe Vegas (nella foto), sono: Aicon, Arkimedica, Bialetti Industrie, Kerself, Pramac e Yorkville. Queste sei società erano già incluse nella lista grigia della Consob, con l’obbligo di informativa ogni tre mesi. SECONDO TE MEGLIO SCAPPARE?O ASPETTARE?

  19. nessuna novita riguardo le firme delle banche?
    grazie

  20. nessena risposta su novita’

  21. che strano nessuno risponde mi devo preoccupare allora

  22. ma che succede?

  23. ma almeno ora e salva?

    • sembrerebbe di sì, ma in questi casi…occhi e orecchie aperte. Ci sono due aumenti di capitale da completare e un po’ di accordi con i creditori e Masselli da sistemare.

  24. quindi il rischio fallimento c’e’ ancora?

  25. mi sembra che anche Masselli e stato sistemato ma non riesco a capire perche i volumi sono bassi.
    grazie

Leave a Reply

Twitter Users
Enter your personal information in the form or sign in with your Twitter account by clicking the button below.