Postato:

9 agosto 2011

Kerself, vicini alla meta

Ora il mosaico Kerself si sta componendo in modo più preciso e consente di riprendere le fila di una storia che Imprese+Finanza ha seguito per mesi, prima casualmente poi per analizzare le sue tante sfaccettature, testimonianza del percorso necessario per risanare un’impresa industriale.

La novità importante è che le banche (ancora senza nomi e cognomi precisi) hanno concesso alla società un primo accordo positivo, piccolo ma importante. L’accordo di moratoria e standstill temporaneo è solo l’anticamera dell’Accordo di ristrutturazione del debito (secondo l’articolo 67 lett. d della legge fallimentare) che dovrà essere siglato entro il 30.9.2011.  Era il tassello mancante per consolidare tutte le altre iniziative prese dall’azionista di controllo, Avelar Energy, subentrato a Pierangelo Masselli dopo una breve e arruffata contesa societaria e legale.  Ricordo anche gli altri passaggi critici:

  • AUMENTO DI CAPITALE: deliberato in assemblea straordinaria il 19 luglio dopo una frenetica e capillare raccolta di deleghe dai piccoli azionisti. L’aumento è riservato a Avelar o FINMAV fino a euro 29 milioni, dopo la riduzione del capitale sociale per 24 milioni (le perdite 2010).  Aumento deliberato ma non eseguito in quanto legato all’accordo con le banche.
  • ACCORDO CON MAIS (Seragnoli). Prorogati i termini dell’accordo per rimborsare prestito obbligazionario e arretrati alla MAIS srl, finanziatrice incauta della Kerself dai tempi gloriosi di Masselli.
  • ACCORDO TRANSATTIVO CON MASSELLI, anch’esso prorogato più volte per renderlo efficace solo in presenza dell’accordo con le banche che sancisce il salvataggio dell’azienda. Masselli sarà libero e indenne, a condizioni non rese pubbliche, solo se Kerself avrà un futuro, diversamente rientra in gioco per saldare i debiti.
  • ACCORDO COMMERCIALE con la Federazione Italiana Agricoltori per sviluppare nuovi impianti fotovoltaici fino a 200MW (ca.700 milioni di euro equivalenti). L’accordo segue altri accordi di fornitura che il gruppo internazionale Avelar ha garantito a Kerself e alle sue consociate pere tenere in piedi i portafogli ordini e la produzione evitando crisi aziendali più gravi.
Se non mi sbaglio, mi sembra che manchi ancora l’ok della CONSOB all’esenzione dall’OPA dovuta alla crisi societaria. Con questo assetto composito di accordi il destino di Kerself sembra finalmente più solido. L’ultima parola spetta ovviamente alle banche, che come al solito sono prese nella morsa tra l’esercizio del potere di vita o morte nella veste di creditori e la preoccupazione di registrare forti perdite sui crediti concessi.  Moratoria e standstill sono segnali inequivocabili che le banche hanno avuto ciò che volevano (un piano industriale serio, aumento di capitale e garanzie dagli azionisti svizzero-russi) e quindi si apprestano a firmare un accordo che comprende il riscadenziamento dei finanziamenti non rimborsabili (Kerself è in crisi di liquidità da molti mesi) e la concessione di nuova finanza per 20 milioni di euro. Un’altra conferma che se si vuole tenere in piedi una situazione pur valida, con azionista forte e programmi sul fotovoltaico, comunque serve una forte iniezione di liquidità anche dalle banche.
Se andrà come ritengo, credo si possa essere soddisfatti del salvataggio compiuto. Avelar ha fatto i propri interessi e ci mancherebbe altro, ma il gruppo non è andato in pezzi in qualche aula di tribunale fallimentare e sono molti gli operai che potranno ringraziare proprio Avelar.
Nota di contorno sulle ristrutturazioni delle imprese:
1) per quanto la situazione di Kerself fosse davvero complessa (ricordate i bilanci impugnati dalla Consob, le liti con gli azionisti di minoranza, gli strani prelievi dell’azionista…) comunque sono occorsi molti mesi per sbrogliare tutto e arrivare all’accordo bancario.  Questi sono i tempi delle ristrutturazioni, mese più o mese meno. Nulla si fa in un mesetto: Kerself ha potuto resistere per tutto questo tempo perché Avelar ha tenuto in piedi la baracca. In altri casi non c’è l’uomo forte e le cose vanno a finire peggio.
2) le banche sembarno disposte a concedere a Kerself 20 milioni freschi, probabilmente ben garantiti, ma sempre freschi. Non è legge per tutte le imprese che vogliono ristrutturare i debiti, non è la legge per le PMI questo va detto onestamente, ma la realtà -e le banche lo sanno- è che una spintarella con la nuova finanza servirebbe sempre quando si deve risanare un’impresa.
more

Ti potrebbe interessare anche :


to “Kerself, vicini alla meta”
  1. + 13% cosa sta succedendo?
    Kerself ha un futuro?
    GRAZIE

  2. sono uscite notizie tutto sommato positive sulla società. Ci sono ancora perdite, ci sono ancora problemi con i fornitori e il debito è ancora cresciuto, ma ritengo che siano ‘normali’ strascichi di una ristrutturazione in corso.
    http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Economia/Kerself-rosso-mln-semestre-prosegue-ristrutturazione/30-08-2011/1-A_000241907.shtml

    Il castello si regge sull’accordo con le banche che è stato raggiunto il 7 agosto, ma che sicuramente per chi conosce come funzionano questi accordi, prevede che tutta una serie di condizioni vengano rispettate nel tempo e quindi il rischio e il livello di attenzione rimane alto, anche se a mio avviso il peggio è passato. La società di revisione DEVE necessariamente mettere in guardia sui rischi ancora presenti di continuità aziendale, ma personalmente ritengo che sul piano operativo i puntelli messi dal nuovo socio di maggioranza relativa sono molto validi e spiegano la crescita del fatturato.
    Le fluttuazioni del titolo in Borsa hanno probabilmente molto a che fare con le ipotesi fatte sulla Robin Tax, la tassa che è prevista nella manovra per colpire gli utili delle società energetiche. Un giorno c’è, il giorno dopo scompare,,,
    Piuttosto mi sembra importante notare che CONSOB non ha ancora concesso a FINMAV/Avelar l’esenzione dall’OPA obbligatoria per motivi di crisi aziendale.
    Infine da notare l’uscita del CFO Maurizia Squinzi passata ai guai peggiori del San Raffaele. Chi è il nuovo CFO?

Leave a Reply

Twitter Users
Enter your personal information in the form or sign in with your Twitter account by clicking the button below.