Postato:

1 agosto 2011

ParmIntesa ai blocchi di partenza

 

Sono passati parecchi mesi dall’offerta di Intesa formulata in ottobre 2010 per acquisire la Banca Monte Parma, ma finalmente l’operazione sembra conclusa. Il 26 luglio Intesa ha perfezionato l’acquisto del 60,8% delle azioni dalla Fondazione Monte Parma e da Banca Sella e ha nominato il suo nuovo Consiglio d’Amministrazione.  Superati i vari ostacoli, tra cui formalmente il più importante riguardava l’antitrust e la partecipazione di Credit Agricole in Intesa, ora Banca Monte Parma con le sue 67 filiali presenti a Parma, Piacenza e Reggio Emilia è a tutti gli effetti una provincia della Banca dei Territori .

Sarà amministrata da un duo di super-esperti appena nominati dai nuovi azionisti: Flavio Venturini, presidente, è un bancario di lunghissima esperienza, prima in Ambroveneto poi in Intesa, ha grande competenza in materia di credito avendo tenuto la responsabilità della Direzione Crediti nel suo ultimo incarico da dipendente. Carlo Berselli, direttore generale con un passato nei ruoli commerciali di Cariparma e nella stessa banca dei territori in Toscana, conosce molto bene la piazza. Insieme devono riprendere le fila di un’organizzazione che ha sbandato per effetto dei cattivi risultati, i quali hanno portato alla decisione di vendere la maggioranza dell’istituto per riequilibrare la situazione patrimoniale.  Il passaggio di Banca Monte Parma si svolge sullo sfondo delle forti tensioni che riguardano la città e la sua amministrazione e rappresenta un capitolo minore, anche se le tensioni sindacali non sono ancora spente.  Ora inizia la parte difficile di integrazione di un piccolo istituto indipendente nelle regole e nelle policy di un gruppo bancario vasto, complesso ma anche ricco di opportunità per la clientela. Come spesso accade i piccoli dettagli possono complicare il processo d’integrazione e creare qualche problema di servizio nei primi mesi, ma nel lungo periodo il passaggio a Intesa assicura una prospettiva diversa per la piccola banca parmense. E’ la storia di tutti i cambiamenti, ma in questa situazione il passaggio era inevitabile per rimettere in carreggiata l’istituto. Buona fortuna al nuovo team, ai dipendenti e ai clienti del Monte.

 

more

Ti potrebbe interessare anche :


TAGS: , ,
Pubblicato in: banche

Leave a Reply

Twitter Users
Enter your personal information in the form or sign in with your Twitter account by clicking the button below.