Archive for marzo, 2011

18 marzo 2011

La nuova stretta sul credito

La nuova stretta sul credito

Il titolo dell’articolo è molto esplicito: tutti i segnali che sto raccogliendo leggendo le notizie sul sistema creditizio e nell’esperienza quotidiana di consulente sulla frontiera tra banche e imprese stanno ad indicare l’arrivo di una nuova stretta sul credito alle imprese, anche se con caratteristiche diverse da quanto avvenuto a partire dal 2008.  Si tratta […]

more
17 marzo 2011

Nuvole sugli impianti fotovoltaici

Nuvole sugli impianti fotovoltaici

La firma da parte del Presidente Napolitano del decreto Romani che ha rivoluzionato il programma italiano sulle energie rinnovabili e prospetta un nuovo regime agevolativo dal 1° giugno , ha scatenato un putiferio che raggiunge il suo apice proprio in coincidenza con la celebrazione dei 150 anni di unità dell’Italia. Sulla questione del fotovoltaico di unità […]

14 marzo 2011

PMI: è l’ora delle Reti

PMI: è l’ora delle Reti

Ho atteso qualche mese prima di introdurre l’argomento delle reti d’impresa tra gli altri trattati su questo blog perché era necessario che prendesse una forma più solida e un supporto di cose fatte, criteri che ora ritengo siano rispettati. Le reti d’impresa stanno ereditando tutto quanto di buono detto e fatto sull’aggregazione tra piccole imprese, […]

11 marzo 2011

L’insostenibile lentezza del credito

L’insostenibile lentezza del credito

Oggi ritorno a parlare di Patti Chiari per le imprese e dei presunti tempi medi di risposta per l’approvazione delle richieste di credito, perché chiarezza e trasparenza per me non sono un optional.  Nel precedente articolo (“PattiChiari non serve alle PMI“) avevo espresso notevoli perplessità sui dati pubblicati da Patti Chiari in relazione ai tempi […]

11 marzo 2011

Accantonamenti 2010 ancora pesanti

Accantonamenti 2010 ancora pesanti

Il rapporto appena pubblicato da Morgan Stanley sulle principali banche italiane farà sicuramente discutere la finanza italiana in tema di capitale e dividendi delle banche. MS è convinta che il Governatore Draghi non consentirà pagamenti di dividendi che sottraggono capitale a un settore che -sempre secondo l’analisi di MS- ha bisogno di altri 12 miliardi […]

9 marzo 2011

Persone, clienti e “retail”

Persone, clienti e “retail”

I riflettori puntati sulla Cassa di Risparmio di Ferrara danno sicuramente fastidio al management che sta lavorando per rilanciare la banca e ricoprire i solchi scavati nel bilancio dalle precedenti gestioni. La banca ha reagito a un articolo di MF che rimarcava nuovi problemi ispettivi con la Banca d’Italia, convocando addirittura una conferenza stampa e […]

7 marzo 2011

Banche, funding e costo ai clienti

Banche, funding e costo ai clienti

Tra le poche soddisfazioni di chi, oltre a lavorare, trova anche il tempo per tenere vivo un blog ci sono il piccolo ma crescente numero dei lettori e  il sottile gusto di arrivare sulla notizia prima e meglio dei giornali. Leggendo la rassegna stampa di oggi mi prendo questa piccola dose di orgoglio giornalistico sull’argomento […]

7 marzo 2011

Alla banca piace chi esporta

Alla banca piace chi esporta

Se osservo il linguaggio usato dalle banche verso la clientela imprese negli ultimi mesi vedo con grande chiarezza la priorità attribuita alle PMI che esportano. Attenzione, non è solo un richiamo commerciale ma anche e forse soprattutto una scelta con risvolti sulla concessione di credito.  Alle banche oggi piacciono le piccole imprese che esportano, perché […]

5 marzo 2011

L’unione dei Confidi fa la forza?

L’unione dei Confidi fa la forza?

L’innalzamento dei requisiti di capitale previsto per le banche mette sotto ulteriore pressione anche il sistema dei Confidi. Come si è detto nel precedente articolo sono solo una quarantina i Confidi che hanno passato il test dell’articolo 107 TUB e che oggi possono fornire alle banche controgaranzie a basso peso specifico di capitale (20%).  Per […]

4 marzo 2011

BER BANCA – Salvataggi e strascichi

BER BANCA – Salvataggi e strascichi

Probabilmente è l’ultima volta che mi trovo a commentare sui fatti della micro-banca di Bologna che ha fatto un maxi-danno.  Quello che doveva succedere è più o meno successo: Intesa SanPaolo ha accettato di inghiottirla nel suo gigantesco stomaco italiano, sottoscrivendo l’aumento di capitale necessario a non fare scattare l’ipotesi di fallimento.  Se sia stata […]