Postato:

23 marzo 2011

Frenata sulla trasparenza

Alcuni lettori da giorni arrivano sul blog Imprese+Finanza cercando, suppongo, notizie sulla IMMC Iral, una delle due società che nello scorso ottobre la Brembo S.p.A. aveva indicato di volere salvare da un probabile fallimento intervenendo direttamente e rilevando i rami d’azienda (vedi “Brembo: la filiera esiste“). Avere citato questo episodio meritevole, nel contesto dello sfacelo delle filiere produttive italiane dove le piccole imprese soffrono anche a causa dei ritardati pagamenti di quelle più grandi, a distanza di qualche mese porta qualche lettore a cercare aggiornamenti.

A dirla tutta, aspettandomi per primo un qualche seguito avevo provato a contattare il responsabile dell’investor relation della Brembo con due e-mail il 2 febbraio e il 4 marzo, chiedendo se c’erano stati sviluppi positivi sulle due vicende e sperando di ottenere buone notizie da diffondere.  Invece non ho ottenuto proprio nessuna risposta e oltre a considerarlo un fatto di cattiva educazione al secondo sollecito, comincio a pensare che le cose non siano andate proprio bene bene. Soprattutto se chi sta cercando notizie lo fa per qualche giustificata preoccupazione di fallimento.  Mi dispiace per i miei lettori, la buona volontà io l’ho messa tutta.  Sulla trasparenza l’Italia frena sempre benissimo.

more

Ti potrebbe interessare anche :


TAGS: ,
Pubblicato in: crisi d'impresa

Leave a Reply

Twitter Users
Enter your personal information in the form or sign in with your Twitter account by clicking the button below.